Articolo a cura di Alessia Silenzi

Il caso Meta-Moro ha mosso, negli ultimi giorni della gara sanremese, grandi critiche e discussioni. Plagio?
No. Il brano ​Non mi avete fatto niente​ con cui il duo si è presentato al Festival sembra essere uguale alla canzone ​Silenzio,​ cantata da Ambra Calvani e Gabriele De Pascalis nel 2015 tra le nuove proposte.
Questi ultimi e la canzone erano passati inosservati ma nessuno sapeva che Andrea Febo, autore di Silenzio, aveva già collaborato precedentemente con Fabrizio Moro, scrivendo questo brano e soprattutto col quale poi, qualche anno dopo insieme ad Ermal Meta, riprendendo il ritornello, senza dubbio esaustivo, avrebbe creato un vero capolavoro. Le polemiche sollevate attorno al caso Meta-Moro non hanno avuto modo di ostacolare i cantautori che hanno portato egregiamente avanti, la loro onestà, la voglia di farsi sentire e di ringraziare i fans, vecchi e nuovi, che in questi giorni hanno sostenuto il duo a spada tratta contro tutto e tutti.
Quello su cui dobbiamo però focalizzarci, soprattutto arrivati a questo punto, dopo la loro inaspettata vittoria,è il tema del loro brano. Sicuramente un argomento forte, oserei dire difficile. Fabrizio Moro dichiara di aver avuto l’ispirazione in un momento ben preciso: mancavano pochi giorni al suo concerto al Palalottomatica di Roma, quando a Manchester l’ennesimo attentato incombe sul concerto di Ariana Grande (artista mondiale, apprezzata e seguita soprattutto dai giovanissimi), portando via la vita a tante giovani vittime, distruggendo il loro sogno, rubando i loro sorrisi per sempre. I fan di Moro preoccupati, contattavano il cantautore spiegandogli quanto fossero scioccati, quanto avessero paura potesse succedere qualcosa anche in Italia.
Dopo questo evento Fabrizio ha avuto l’esigenza di esprimere questi grandi sentimenti, lo stesso è accaduto ad Ermal Meta, anche lui dispensore di questo importante messaggio! Il brano è una denuncia, ma anche un grido di ribellione, un invito a trasformare la paura in voglia di gridare e a vivere a pieno la vita!

Riporto qui il testo, per chi non avesse ancora avuto modo di leggerlo:

Ermal Meta e Fabrizio Moro

Non mi avete fatto niente

di E. Meta – F. Mobrici – A. Febo
Ed. Warner Chappell Music Italiana/Tetoyoshi Music Italia/La Fattoria del Moro Publishing – Milano – Nizza Monferrato (AT) – Roma

A Il Cairo non lo sanno che ore sono adesso
Il sole sulla Rambla oggi non è lo stesso
In Francia c’è un concerto
la gente si diverte
Qualcuno canta forte
Qualcuno grida a morte
A Londra piove sempre ma oggi non fa male
Il cielo non fa sconti neanche a un funerale
A Nizza il mare è rosso di fuochi e di vergogna
Di gente sull’asfalto e sangue nella fogna 
E questo corpo enorme che noi chiamiamo Terra
Ferito nei suoi organi dall’Asia all’Inghilterra
Galassie di persone disperse nello spazio
Ma quello più importante è lo spazio di un abbraccio
Di madri senza figli, di figli senza padri
Di volti illuminati come muri senza quadri
Minuti di silenzio spezzati da una voce
Non mi avete fatto niente
Non mi avete fatto niente
Non mi avete tolto niente
Questa è la mia vita che va avanti
Oltre tutto, oltre la gente
Non mi avete fatto niente
Non avete avuto niente
Perché tutto va oltre le vostre inutili guerre
C’è chi si fa la croce
E chi prega sui tappeti
Le chiese e le moschee
l’Imàm e tutti i preti
Ingressi separati della stessa casa
Miliardi di persone che sperano in qualcosa
Braccia senza mani
Facce senza nomi
Scambiamoci la pelle
In fondo siamo umani
Perché la nostra vita non è un punto di vista
E non esiste bomba pacifista
Non mi avete fatto niente
Non mi avete tolto niente
Questa è la mia vita che va avanti
Oltre tutto, oltre la gente
Non mi avete fatto niente
Non avete avuto niente
Perché tutto va oltre le vostre inutili guerre
Le vostre inutili guerre
Cadranno i grattaceli
E le metropolitane
I muri di contrasto alzati per il pane
Ma contro ogni terrore che ostacola il cammino
Il mondo si rialza
Col sorriso di un bambino 
Col sorriso di un bambino 
Col sorriso di un bambino 
Non mi avete fatto niente
Non avete avuto niente
Perché tutto va oltre le vostre inutili guerre
Non mi avete fatto niente
Le vostre inutili guerre
Non mi avete tolto niente
Le vostre inutili guerre
Non mi avete fatto niente
Le vostre inutili guerre
Non avete avuto niente
Le vostre inutili guerre
Sono consapevole che tutto più non torna
La felicità volava
Come vola via una bolla


 

Comments are closed.