Ladro – EP 2016 (Recensione)

Ladro – EP 2016 (Recensione)

LADRO_EP copertina_Fronte

Buongiorno audiofolli, oggi ci ascoltiamo un disco di cui abbiamo sentito parlare.
Questo “Ladro” colpisce e rimane in mente…se non l’hai ascoltato c’è qualcosa che ti dice: “ehy, lo devi ascoltare”. Via col track by track!

1) Spogliatiamalami
Titolo singolare per un sound a cui tutto sommato siamo abituati da molto tempo, c’è grande energia, ma come primo brano non riesce a sorprendermi, ma non mi arrendo: lo ascolto una volta e lo riascolto una seconda volta, dall’inizio alla fine.
Il punto forte è senza dubbio “l’impasto strumentale”, mentre la voce va un po’ in secondo piano, annega nei meandri dell’arrangiamento, le parole si distinguono a malapena.
Peccato perché il timbro del cantante e la sua espressività potrebbero essere valorizzati moltissimo da un missaggio più distinto, seppur mantenendo quel mood “sporco” voluto.

2) Walk Ahead
Una chitarra pulita e una quasi-ballata, sinceramente non me l’aspettavo, stavolta la voce è ben distinta e del testo in inglese si distinguono tutte le parole!
Non tarda ad arrivare quel sano rockeggiare, ma senza esagerare troppo.
Questo secondo brano quasi a sorpresa, ci consola dal primo impatto non eccessivamente entusiasmante.

3) Temporary Shelter (Intro)
La linea acustica prende piede e addirittura si insinua un violoncello alla “Nick Drake” con la sua celeberrima “Cello song”. Le armonie si fanno articolate e duettano con un’effettistica ricercata.
Non è un brano vero e proprio, ma un “intro” come da titolo.
Sarebbe stata sicuramente l’introduzione di un capolavoro, peccato non continuarlo un brano così.

4) Temporary Shelter
E infatti l’hanno continuato, bravi ragazzi.
Dovete sapere che quando scrivo una recensione, il mio spirito di scrittura è il seguente: ascolto e riascolto brano per brano, in modo tale da non essere condizionato dalla “panoramica” di tutto il disco, aspetto che affronto solo durante la chiusa finale della recensione.
Così come prima di ascoltare i brani, non voglio leggere assolutamente nulla per non essere condizionato: desidero avere la mente libera, una tabula rasa per poter fissare le prime impressioni.
Solo dopo aver scritto tutto, leggo le informazioni, compio tutte le ricerche del caso ed eventualmente aggiungo informazioni o limo eventuali inesattezze.
Il brano procede spedito e non delude troppo, anzi, è una piacevole stesura: avvolgente, potente, di una pulizia musicale rigenerante.

5) Little Angie
E insomma, a questo album alla fine ci siamo affezionati, peccato sia finito troppo presto.
Alla fine è un Ep, va bene. Questa è una nota positiva: ci sono anche Ep che stancano già dopo il secondo brano e invece siamo arrivati alla fine con il punto di domanda nella testa: “ehy, è già finito?” e faccina all’ingiù. Bellissima la linea ritmica sincopata, il cantato fascinoso e ben calzante.

Netto distacco tra il primo brano e tutti gli altri , il tutto evidenziato anche dall’uso della lingua, il primo in italiano, gli altri in inglese.
Solitamente sono sempre a favore della musica in madrelingua, tuttavia direi che in questo caso la scelta della lingua inglese risulta essere di gran lunga più funzionale dal punto di vista musicale.
Ci auguriamo che questi “Ladro” ci rubino ancora momenti di piacevole ascolto.

Foto Ladro 1 Foto Ladro 2 Foto Ladro 3

 

Presentazione ufficiale e comunicato stampa

Ladro – EP 2016

E‘ uscito il 19 febbraio 2016 l’EP d’esordio dei Ladro, trio alternative rock milanese in bilico tra folk, stoner e psichedelia. Registrato presso La Sauna recording studio di Varese da Andrea Cajelli, l’EP si poggia su 5 brani dai quali si posso scorgere le principali influenze della band (Nick Cave, i Nirvana, ma anche la grande musica italiana del presente e del passato), senza tralasciare arrangiamenti particolarmente raffinati e una buona dose di originalità.

Un lavoro completamente autoprodotto che vuole essere un punto di partenza importante per i Ladro, come testimoniato dallo splendido singolo “Temporary Shelter“, sicuramente il loro brano più significativo.
L’EP d’esordio della band milanese è disponibile su CD, in streaming e in digital download sulle principali piattaforme streaming del momento. Buon ascolto.

INFO
USCITA: 19 febbraio 2016
PROVENIENZA: Milano
GENERE: Alternative rock
FACEBOOK: https://www.facebook.com/LADROband/ CONTATTI: ste.ladro@gmail.com

STREAMING e DIGITAL DOWNLOAD: https://ladromusic.bandcamp.com/album/ladro-extended-play

BIOGRAFIA IN PILLOLE

I Ladro nascono a Milano alla fine del 2014. Il trio milanese ha raccolto le esperienze passate dei singoli componenti creando una miscela di musica indefinita, sospesa tra psichedelia e suoni più sporchi. Nel 2015 i Ladro sviluppano e collaudano i brani inediti sui palchi di Milano e provincia, brani che poi verranno registrati in un EP a fine anno (LADRO – Extended Play).

LADRO_EP_copertina Fronte e Retro

TRACKLIST

1) Spogliatiamalami
2) Walk Ahead
3) Temporary Shelter (Intro) 4) Temporary Shelter
5) Little Angie

LINE-UP

– Ste Di Ladro (voce/chit) – Ale Tamburello (batt)
– Emil Cappellini (basso)

Doppio Clic Promotions – strategie di comunicazione

doppioclicpromotions@gmail.com


SCONTO DISTROKID 7% SE TI ISCRIVI USANDO QUESTO LINK (clicca)
 

Lascia un commento

Open chat