L’IO – BonTon

Artista pop che racconta il ribellismo, il cantautore partenopeo presenta il suo esordio discografico: 11 storie in cui narra le nostre sventure ma ce le rende sopportabili, deride il padrone per poi, in segreto, piangere la sua sorte. 

genere: cantautorato alternativo

label: Seahorse Recordings

distribuzione: Audioglobe

Streaming: http://open.spotify.com/album/6doXoMNPOZ6E6ZRzF81cSl

https://liomusica.bandcamp.com/releases

iTunes: https://itunes.apple.com/it/album/bon-ton/id992863182

E’ un io collettivo quello cui si riferisce il cantautore L’IO con il suo album d’esordio BonTon. L’articolo lo determina e lo rende di tutti, perché non è mio né tuo, è nostro. Non è l’apologia dell’individualismo, è l’individuo comune. Massificato, omologato, ma stanco di esserlo. Stanchi di esserlo. Innamorati, traditi, traditori, incazzati, avviliti, divertiti, quasi coscienti. Seguiamo regole che non ci appartengono più, un’etichetta anacronistica.

Vogliamo cambiare, perché abbiamo capito che “dove stiamo andando non c’è logica”. Ci prendiamo in giro, però, perché la “leggerezza è di chi si ama ma non si sposa”. C’è del tragico in fondo a questi testi, ma sono cantati con tutto il sorriso farsesco che richiede la scena. L’IO, al secolo Flavio Ciotola, è un giullare che canta le nostre sventure, ma ce le rende sopportabili, deride il padrone per poi, in segreto, piangere la sua sorte.

Il primo singolo scelto dall’album di debutto BonTon del cantautore partenopeo è “Spiegami perché mi innamoro sempre delle troie”, sesta delle undici tracce che compongono il lavoro. L’IO racconta che il brano è stato scritto di mattina, a Roma… “mentre facevo colazione, iniziai a scrivere di getto la canzone pensando a tutte le persone che si sentono sempre vittime dell’amore…e lo sono”. Il brano è ironico, delicato e racconta l’amore non classico, ma l’amore scorretto, l’amore non morale. Il singolo è accompagnato da un video molto particolare, prodotto da Centrarti, creato e girato dalla SfiammaProduction in Plastilina con la tecnica ClayMotion:

L’IO – Spiegami perché mi innamoro sempre delle troie

https://www.youtube.com/watch?v=QGA_wtLidHw&feature=youtu.be

Seguiamo troppe regole stupide sin dalla nascita, dobbiamo fare e non fare, comportarci in una certa maniera, dobbiamo vestirci in un certo modo, è importante seguire il bon ton…Basta. Non siamo veramente noi. Io cerco di dire Stop almeno in quello che scrivo’’”

Tracklist

1. Zero

2. Quando sbagli

3. Resta poco tempo

4. Ma quanto è bello tradire

5. Ridere per vivere

6. Spiegami perché mi innamoro sempre delle troie

7. Buongiorno un cazzo

8.Vela e motore

9. Al momento sbagliato

10. Chiamo rivolta

11. Difetti perfetti

Bio

Flavio Ciotola in arte L’IO è un cantautore italiano. Nato a Napoli il 14 Marzo 1984. Flavio, che era già stato fondatore della band Nube di Oort e chitarrista dell’AltroParlante, nell’ottobre del 2014 crea il progetto solista L’IO. Sceglie tale pseudonimo non solo per il significato profondo del termine ma anche perché il progetto nasce in completa solitudine. Sempre nell’ottobre del 2014 firma un contratto discografico per Seahorse Recordings ed inizia a registrare il suo album di debutto. Nel disco, batterie a parte, tutti gli strumenti (chitarre, synth, bassi, tastiere, xylofono, voci, cori) sono stati registrati da Flavio. L’album, intitolato BonTon, viene registrato a Pescia Romana (VT) grazie al produttore Paolo Messere. La sua uscita è il 3 giugno 2015 per Seahorse Recordings, con distribuzione Audioglobe.

Rassegna Stampa

http://www.dafenproject.it/2015/04/01/spiegami-perche-mi-innamoro-sempre-delle-troie-lio/

http://www.musicanotizie.com/2015/04/lio-un-artista-pop-che-canta-il.html?utm_medium=facebook&utm_source=twitterfeed

http://www.giornaledipuglia.com/2015/04/lio-un-artista-fuori-dalle-regole-bon.html

Credits

Bon Ton è stato registrato alla Seahorse Recordings dal 10 al 24 Ottobre ’14. Le musiche ed i testi sono scritti da L’IO, tranne “Resta poco tempo” e “Ridere per vivere”, scritti da L’IO e Roberta Errico. Le chitarre, il basso, le tastiere, i synth, i cori, lo xilofono sono suonati da L’IO. Hanno collaborato con le idee, con le mani sugli strumenti e con i cori: Matteo Dossena e Paolo Messere. Le batterie di: “Resta poco tempo”, “Chiamo Rivolta”, “Buongiorno un cazzo”, “Quando Sbagli” sono state suonate da Matteo Dossena. Le batterie di: “Zero”, “Al momento sbagliato”, “Difetti Perfetti”, “Spiegami perché mi innamoro sempre delle troie”, “Ma quanto è bello tradire”, “Vela e motore”, “Ridere per vivere” sono state suonate da Matteo Dainese. I disegni sono di Caterina Rossi. La grafica è di Valeria Sorce

Foto

https://db.tt/vrepUccR

https://db.tt/rw3mDczg

https://db.tt/AiiMlBe4

https://db.tt/q7Uumurw

cover: https://db.tt/jqNOGsCM

Contatti

www.facebook.com/liomusica

https://twitter.com/liomusica

Press Media Office

Ufficio Stampa Blob Agency Bologna

Frank Lavorino 3396038451

antipop.project@gmail.com

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*