Chat with us, powered by LiveChat

IL VERO GALATEO DEL POMPINO (V.M.18)

ATTENZIONE : linguaggio esplicito !

Mi è venuta l’ispirazione leggendo il post di un tizio pallemosce sullo stesso argomento.

– Si alla sborra in faccia (è poesia), se fate le schifate e non sorridete beate, non è valida

– No ai rigatoni (uso dei denti).
Denti consentiti per piccoli morsi calibrati sulla cappella.

– Anche la venuta in bocca con conseguente ingoio è validissima, o sulla lingua (con spruzzo a gettata), mentre lei è in ginocchio: capolavoro.

– Si ai gargarismi di sborra (questa è una chicca extra, così come la bevuta dal bicchiere o dal preservativo)

– Sì all’ingoio (importante fare vedere prima e dopo)

– Non ci sono momenti no per spompinare, ogni momento è buono: che sia mentre guardi la tv, che sia al bagno del ristorante, al parcheggio o mentre sei al telefono

– Se amate il vostro uomo, anche se avete le vostre cose, spompinatelo (è il più grande regalo che possiate fargli).
Cravatte, camicie, ciondoli, fiori, bigliettini…non ce ne frega un emerito cazzo.

Spompinateci fino all’osso e se vedremo passare Belen Rodriguez, ci farà schifo perché avremo così nel cuore i vostri pompini che non ce ne fregherà una mazza di nessun’altra.

– Svegliateci con un bel pompino, vi assicurerete la colazione a letto per tre anni di fila

– Prendetelo fino in gola e strozzatevi con il nostro membro, esprimendo amore, sacrificio e tripudio, mettere in bocca solo la cappella in malo modo non è divertente

– Fatevi tirare i capelli mentre spompinate, spingere la testa come le peggio zoccole, dopo l’ingoio vi tratteremo da principesse

– Non sprecate la sborra e soprattutto non lamentatevi se ne finisce un po’ sul pavimento, lenzuola o quant’altro…fare gnegne rovinerà il momento più bello

– Associare la sega al pompino non è reato, ma va saputo fare.
Anche il toccamento di palle ha la sua importanza, ma con stile

– Spompinare come a 160 km/h tutto il tempo non è divertente, lento è bello. Veloce solo dopo…o comunque alternare la velocità, ascoltate il vostro partner.

– Il pompino col dito nel culo non è per finocchi, ma veri intenditori, tuttavia non è una regola, quindi può dare molto fastidio: fatelo solo quando il partner lo gradisce.

– Leccare il culo (alias bacio nero / black kiss) può essere l’estensione del pompino, non va fatto sempre e non è una regola, ma solo una chicca rara da proporre ogni tanto.

– Leccare le palle è importante, un pompino senza leccata di palle è incompleto, il che non vuol dire farvele arrivare fino in gola perché a na certa fa male.

– Il pompino non è solo spompare come delle autoclave, ma anche baciare, accarezzare, sfiorare, giocare, stuzzicare.

– Un grande pompino è preludio di una grandissima scopata.

– Pompino non vuol dire egoismo, quindi dedicatevi in egual modo alla vostra donna. Anche leccare la figa è comunque un piacere/dovere molto importante, così come ditalini appassionati in contemporanea, prima o dopo.
Anche fisting se lei lo gradisce. Una donna contenta è una donna che spompina meglio.

– Il pompino è l’essenza del romanticismo.

“Il vero galateo del pompino” di Achille Maltese, opera con numero di deposito PATAMU 56633