Chat with us, powered by LiveChat

Intervista ai Telegraph Tehran

A cura di Mario Mutti

-Com’è nata la band e da cosa nasce il nome?

La band si è formata nel 2016 dall’incontro tra Andrea, Casper e l’ex cantante
Niccolò, con l’obiettivo di formare un trio rock.
Nel corso di due anni, gli ascolti sono cambiati e ci siamo avvicinati alla synth-
music. Marco nel frattempo aveva iniziato a suonare i synth con noi per poi
diventare anche il nuovo cantante.
Il nome nasce durante un periodo in cui Casper era a Tehran. Dopo un po’ che
era via e non avevamo più sue notizie, gli abbiamo inviato una mail
chiedendogli se dovevamo contattarlo con il telegrafo per riuscire a sentirlo! 🙂
Scherzando su questo abbiamo deciso che sarebbe diventato il nostro nome.

– Cosa differenzia “Marea”dal vostro precedente lavoro?

Spettri da scacciare è un album grunge/rock. Dopo i cambiamenti che c’erano
stati nel gruppo, continuare a scrivere musica in quella direzione non era più
stimolante. Abbiamo notato che un sound meno rock e più synth si adattava
meglio a quello che volevamo trasmettere nel nuovo Ep Marea.

– Quali sono i gruppi che hanno influenzato la vostra musica?

Abbiamo ascolti molto differenti, seguiamo artisti sia italiani che stranieri. Ci
interessano molto anche i progetti strumentali…
Singolarmente siamo cresciuti con influenze e percorsi musicali diversi, che avevano però molti punti in comune. Ora ascoltiamo molti gruppi italiani e soprattutto stranieri che hanno la nostra stessa impronta.
-cosa vi ha spinto a iniziare a suonare uno strumento?
Da adolescente può capitare che uno si ritrovi in mano uno strumento senza
saper bene perché, io suono questo, tu quello…insomma non sempre è tutto
programmato. Poi può capitare che diventi una passione o anche qualcos’altro.

– Nella vostra musica è forte la presenza del synth. Un vostro brano
nasce su quello strumento o viene aggiunto in fase di arrangiamento?

Dipende dai brani. Alcune volte capita che un bel giro di accordi fatto dal synth
porti a sviluppare tutto il resto, in altri casi è un beat della batteria o un giro di
basso a ispirarci. Ogni volta è diverso, ognuno di noi cerca di dare un contributo
con idee nuove ad ogni prova.

Com’è la situazione concerti nella vostra zona?

A Bologna non ci si può lamentare. Ci sono molti concerti di generi diversi e
una scena musicale attiva, alla quale anche noi contribuiamo suonando e
ascoltando gli altri gruppi.

-Cosa rappresenta la copertina?

Dopo esser tornati da un viaggio ad Amburgo abbiamo ridato un’occhiata a tutte
le foto scattate. Quella che ci è piaciuta di più era stata scattata a caso in un
locale in una serata decisamente assurda. Non c’è stato dubbio quando
l’abbiamo vista…

-Come è possibile contattarvi per richieste live o per acquistare l’ep?

Potete trovare Marea su tutti gli store e le piattaforme digitali:Amazon music,
iTunes store, Spotify, Youtube, Soundcloud, etc. Per contattarci c'è la nostra
mail telegraptehran@gmail.com o il profilo Instagram Telegraphtehranmusic

-Fatevi una domanda e datevi una risposta.
Quando non suonate quale film di Van Damme vi piace guardare?
Lionheart (Scommessa vincente)!!

Comments are closed.