Qua Rock Records non è una etichetta discografica: è una sfida.

Una sfida ai nostri tempi, un andare controcorrente per ricominciare dall’inizio e riportare la musica ai

musicisti.

Qua Rock Records nasce sotto lo spirito del NO PROFIT; questa, di fatto, è anche la sfida più grande di

tutte.

Qua Rock Records lavora affinché ogni disco pubblicato rispecchi il valore dell’artista, affinché sia rispettata

la voglia di esplorare la propria musica; affinché ogni disco sia diverso dagli altri, ma che, nell’insieme,

rimangano uguali nello spirito, nell’amore e nella dedizione.

Qua Rock Records vede Gabriele Bellini e Giacomo Jac Salani impegnati in prima linea nel grande intento di

offrire alle band ed ai musicisti tutta l’esperienza e tutta la competenza possibile e necessaria.

Qua Rock Records, inoltre, è una filosofia, un approccio diverso dove l’artista è al primo posto.

Si prospetta un anno impegnativo, il 2015: raccogliendo quanto di buono è stato seminato nelle ultime

stagioni, saprà elargire i giusti appagamenti e le adeguate soddisfazioni, con centinaia di eventi organizzati

dall’Associazione Culturale Qua Rock a supporto della musica underground di qualità.

Le prime 4 uscite del 2015 prevedono una distribuzione digitale fissata per il 16 gennaio e quella fisica per

fine mese.

Eccole:

Inside Mankind – Oikoumene

Un disco viscerale, come quello concepito dagli Inside Mankind, è un esempio di incoerenza, perché tali

sono le nostre esperienze. Conosciamo dolcezza e violenza, grandezza e bassezza, morte e vita, ed è in

questa dimensione che dimora il bisogno di Dio, nella sua forma più intima e originale.. Nei dieci estratti

dell’album convivono e si accapigliano retaggi memori dell’hard rock Settantiano, collanti ritmici degni del

metal estremo, impalcature ricavate dalla musica neoclassica e un alone operistico intriso di profumi

occhieggianti sponde gotiche e persino assimilabili al musical di natura barocca.

Bug – Alpha

Una storia che vede in qualità di protagonisti il cyborg BUG e il suo creatore, Lorenzo, uniti in un corpo

solo, simmetrico ma indivisibile. Questo album vuole raccontare, tramite il solo utilizzo di note, lo scontro

emotivo e fisico avvenuto tra il cyborg e il suo creatore. Un duello che si concluderà con il suicidio di BUG:

un atto che comporterà, oltre alla sua morte, anche quella di Lorenzo. Un disco dove la musica è padrona,

che vi rapisce e vi violenta per lasciarvi liberi di essere ancora schiavi.

No One Cares – Dirty

Sono una band metal senza tanti fronzoli. Dirty non parla apertamente di politica o di grandi temi sociali, ma

strilla nel microfono i sentimenti basilari dell’uomo: la collera, la gioia, il dolore… li grida, letteralmente, in

testi che tagliano a fette i sentimenti, spaziando dal rap allo scream, su un tappeto di purissime chitarre metal,

linee di basso che non restano nell’ombra e una batteria suonata percuotendo le pelli con tutta la foga

necessaria.

Una flebo di autentica energia, spoglia di smancerie. E la voglia di salire sul palco, per dire al mondo che lo

spettacolo sta per cominciare, che noi siamo qui, adesso, e che vogliamo alzare il volume e basta

Paola Pellegrini LEXROCK – Dreams Come True

Paola, in una parola, è ‘poliedrica’: avvocato penalista del Foro di Firenze, nonché chitarrista e cantante,

oltre che scrittrice. Puro amore tradotto in musica, a volte con rabbia, a volte con poesia, a volte con

divertimento, ma sempre con grande passione ed emozione. Paola ha da poco pubblicato il suo primo

romanzo, ‘Ingollare senza affogare’ (Del Bucchia Editore 2014): una storia d’amore a tempo di rock, di cui

questo Dreams Come True è una ideale colonna sonora.

Comunicati stampa