Francesca Elayne Naccarelli (voce), Licia Missori (piano, tastiere, programmazione, glockenspiel, cori), Alessandro Lopane (chitarre), Yuri Colafigli (basso) e Daniele Saulle (batteria) sono i The Dark side of Venus, una band che fonde alternative rock e pop rock. Il 10 dicembre 2016 questa band ha pubblicato il suo album dal titolo Power to victims.

Power to victims presenta sonorità alternative rock che portano alla mente band come Skunk Anansie, Garbage, The Cardigans e The Cranberries. È un concept album basato sulla presa di coscienza: per la band esiste la possibilità di ribaltare i rapporti di potere frustranti sia nel mondo interiore e psichico, sia nei legami sociali, sia infine in ambito politico. Secondo loro, “possiamo vivere in un mondo migliore o perlomeno dobbiamo provarci, e per farlo dobbiamo cambiare noi stessi come individui e come società, conoscerci nel profondo, curare la nostra mente individuale e collettiva”. Secondo l’idea che sta alla base dell’album, tutto ciò che accade su ampia scala è il riflesso di ciò che succede “in piccolo” nella mente dell’uomo.

Uno dei punti forti di questo album è che le sue canzoni sono tutte diverse fra loro e insieme esprimono un sound ricco ed efficace. Il cantato di Francesca Elayne Naccarelli, a tratti intenso e passionale e a tratti davvero incantevole, è un altro punto forte. I “compagni di viaggio” di Francesca costruiscono un solido architrave opportuno per esaltare le qualità della loro lead vocalist.

Questo album è anche oscuro in alcuni suoi passaggi, oscuro e denso di fascino. Il “lato oscuro della Venere” è pronto per “stregare” il suo pubblico, è come un fiore maledetto che emana un profumo “seducente”. I testi, poi, trasmettono tormento interiore, trasmettono un’ansia di riscatto, un’ansia di liberazione dalle catene sociali come da quelle individuali.

I The Dark side of Venus sanno quello che fanno: hanno esperienza, hanno grande conoscenza dei loro mezzi espressivi. La loro musica è, allo stesso tempo, diretta ed immediata ma anche tanto elevata e sublime. È musica che sa “graffiare”, che sa persuadere, è musica che, talvolta, risulta anche tanto gagliarda, sincera e genuina. I The Dark side of Venus, inoltre, sanno anche essere discretamente spregiudicati, occasionalmente. Insomma, i nostri sono un mix di tante sfumature contrastanti ma anche armoniche fra loro.

Allora, The Dark Side of Venus, “creatura” fondata nel 2010 dalla già citata Licia Missori, pianista e compositrice di formazione classica che ha sicuramente un ruolo determinante in questa band, esprime un “pianeta sonoro”(e non solo sonoro) che suscita tanto interesse. La musica di The Dark Side of Venus è come un diamante prezioso dalle innumerevoli facce. Una volta ascoltati sono difficili da dimenticare…

Comunicati stampa

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *