“Non permettere mai a nessuno di dirti che non sai fare qualcosa. Se hai un sogno tu lo devi proteggere. Quando le persone non sanno fare qualcosa lo dicono a te che non la sai fare. Se vuoi qualcosa, vai e inseguila. Punto”. Questa è l’iconica frase che Chris Gardner, alias Will Smith, dice al figlio nel film “La Ricerca della Felicità” per invogliarlo a inseguire sempre e comunque i suoi sogni. Questa frase può essere “tradotta” con “nulla è impossibile”, un concetto che viene espresso forte e chiaro nella canzone “Nell’impossibile” scritta dal cantante Daniele Zani.

L’artista classe 1976, quarto di cinque fratelli, nasce e vive a Cannuzzo di Cervia, una piccola frazione immersa nella verde campagna romagnola, a pochi passi dal mare e dalle colline. Nel suo brano “Nell’impossibile” si sente forte e chiara la sua contagiosa positività tutta romagnola, che esplode in ogni nota con un potere dirompente.

Daniele sin da bambino coltiva la passione per la musica, ascoltando e poi studiando chitarra, pianoforte e canto. In seguito scrive di suo pugno i suoi primi pezzi caratterizzati da un vivace pop “made in Italy”, che presenterà a prestigiosi concorsi come: Sanremo Giovani, San Marino Festival, Festival Song di Sicilia e altri ancora.

Polistrumentista, Daniele autoproduce i suoi pezzi e lavora facendo il falegname e suonando nei pianobar nei locali della ridente riviera romagnola. Vanta inoltre diverse esperienze nei villaggi turistici come animatore, che gli hanno permesso di arricchirsi culturalmente e umanamente conoscendo diverse tipologie di persone.

 “Nell’impossibile” è un brano semplice e genuino, che infatti nasce velocemente in un inverno molto freddo, dettato dall’esigenza di sognare un presente migliore. Daniele, per sua stessa ammissione, è una persona ottimista e quindi ha scritto questo brano per accendere una luce di speranza per le persone meno fortunate. “Nell’impossibile” è anche un po’ la sintesi della vita dell’artista, un viaggio continuo verso un futuro migliore accompagnato sempre da una speranza incrollabile.

Il brano è anche corredato di un video, per la precisione “Il mio primo video serio” come scrive con ironia l’artista sulla sua pagina Facebook. É la perfetta trasposizione della canzone in videoclip, che infatti si presenta frizzante, briosa, leggera e scanzonata.

“Sento una voce che mi dice di lasciarmi andare nell’impossibile purché sia buono e coraggioso, non voltarti mai a guardare miserie abbandonate”, così canta Daniele nel ritornello che fotografa perfettamente la sua visione ottimistica della vita e che invia un messaggio forte e chiaro. Ci vuole un pizzico di lucida follia per rendere l’impossibile possibile, ma non bisogna guardarsi indietro né pensare troppo agli errori fatti nel passato. Solo chi non fa non sbaglia, ma ciò che conta è guardare avanti verso il futuro con rinnovato ottimismo.

Alla canzone ha partecipato anche Domiziana Buiatti, che dona quel pizzico di romantica femminilità al pezzo con la sua voce armoniosa e delicata. Daniele chiude la canzone in modo originale e simpatico inviando un messaggio che arriva forte e chiaro grazie all’utilizzo di un megafono che recita così: “Ci sono giorni dove le cose impossibili diventano possibili. Questo spesso dipende da noi, a volte no, a volte dipende da quello che siamo, a volte solo da quello che facciamo, ma non è la regola. Be’, tanto per cominciare, buona partenza a tutti”.

Webzine