SONIC DAZE”First coming”(EP,autoprodotto)
I Sonic Daze sono un ottimo esempio di garage punk  rock&roll suonato col cuore e con grinta,e la dimostrazione che se  si crede in ciò che si fa e se si suona con vera passione ed umiltà,i risultati prima o poi arrivano.
La band nasce da un’idea di Max Sonic Demata(basso,voce),già attivo in alcune band punk napoletane a fine anni ’80,al quale poi si sono aggiunti Vittoriano Ameruoso e Serena Curatelli(chitarre)e  Giuseppe Santorsola(batteria).
Questo”First coming”giunge a coronazione di tanti momenti importanti sul palco ed è una vera festa R&R:difatti la band mescola insieme le sonorità abrasive del primordiale punk rock di matrice”77”a melodie tipicamente garage(con qualche riminiscenza sixties);dà ulteriore  valore aggiunto anche la copertina,molto bella e disegnata dal noto fumettista Shawn Dickinson…ma veniamo adesso al contenuto musicale del disco!
Apre le danze”Hear me calling”,ed è subito un’atmosfera da pogo a fendere l’aria:la passione della band è palpabile,ed è tutto al posto giusto,la potenza delle chitarre,la sezione ritmica incalzante,la voce graffiante ma allo stesso tempo melodica di Max…..si comincia alla grande e i Sonic Daze mescolano decadi di punk rock con maestrìa,personalità e convinzione.
“When the sun”è un brano veloce e adrenalinico,che ricorda i Ramones ed i primi Misfits come attitudine,tra potenza e melodia irresistibile;bello anche il solo di chitarra,in pieno stile rock’n’roll!
“Amorality”è una visione garage rivestita di chitarre taglienti e abrasive e traghetta alcuni ricordi di Detroit sound(ma non solo)nell’attualità;”So many colours”ha un’anima più vintage,ed è il pezzo in cui le influenze anni ’60 si fanno più evidenti ed esplicite(ricoperte come sempre di carica adrenalinica),complice una melodia a cui è davvero difficile resistere(ed il divertimento è sempre assicurato!).
“Come back tomorrow”è forse la mia canzone preferita(ma la scelta è dura,sono tutte eccellenti),piena di energia travolgente:anche in questo caso,difficile rimanere fermi non appena  la band parte,coi suoi riff portentosi e la sua velocità,senza rinunciare alla melodia.
Chiude l’EP “get out of the way”,un’altra traccia al fulmicotone,che vede la band in grande spolvero;è la quintessenza del garage sound,una scheggia punk perfetta e dinamica,con un ospite inaspettato ma gradito all’armonica(Bob Cillo)nel finale.
Un disco potentissimo ed una band strepitosa,che mantiene viva la fiamma del rock’n’roll via garage punk,suonato quindi a tutta birra e con convinzione;e pare proprio di vederli dal vivo,i Sonic Daze,in un fumoso locale,durante una nottata a base di sudore e grinta!
Le loro canzoni,poi,funzionano davvero:sono estremamente catchy e poderose,e si fanno ricordare subito,scatenando l’ascoltatore….
Se-come me-pensate che il rock non sia morto,questo è il disco che fa per voi:non ne rimanete delusi e troverete conferma di quello che sto dicendo nelle 6 tracce di questo funambolico EP!

0002138964_10 0002138967_10 0002138969_10

Webzine

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *