si-scrive-med-in-itali

Recensione di MED IN ITALI – SI SCRIVE

A cura di Giovanni Graziano Manca

MED IN ITALI – 2016 – Ala Bianca Group /

Libellula Music / Audioglobe 2016

Il quartetto dei Med in Itali, proveniente dalla città di Torino, è composto

da Niccolò Maffei alla voce e chitarra, Matteo Bessone alla batteria, Dario

Scopesi al basso e al contrabbasso e Nicolò Bottasso alla tromba e violino,

ed è uscito recentemente con un nuovo CD Long Playing dal titolo SI

SCRIVE MED IN ITALI. Sarà pure un caso che il gruppo provenga dalla

stessa città che ha dato i natali al grande e inimitabile Fred Buscaglione e

dalla stessa regione che ha espresso uno dei più raffinati e colti cantautori

italiani, Paolo Conte. Sarà certamente un caso; fatto sta, però, che dal

buon vecchio Fred i quattro pedemontani raccolgono la loro chiara

predilezione per i suoni orchestrali e l’idea di “tradurre in italiano” suoni

provenienti da tradizioni musicali che italiane certamente non sono. Da

Conte, invece, i Med in Itali ereditano una certa inclinazione per il jazz più

elaborato e la predilezione per una certa amara ironia quasi sempre

presente nelle canzoni dell’avvocato astigiano. I Med in Itali sono peraltro

creatori di un impasto musicale tutto loro e ricchissimo. Tra i solchi del

nuovo CD si possono avvertire non solamente le influenze della tradizione

cantautorale italiana ma anche la matrice popolaresca della loro musica. Il

“caleidoscopio sonoro” inventato dal gruppo comprende anche il jazz

delle big bands , suoni zigani, musica latino americana e dei “Mariachi”,

reggae, funky, soul, rhythm and blues, e chi più ne ha più ne mette.

Quanto all’aver intrapreso percorsi musicali cosi diversi tra loro, d’altro

canto, sono gli stessi Med in Itali (l’intera intervista può essere letta su

http://www.artintime.it/med-in-itali/ ) a precisare che alla base del loro

sound c’è innanzitutto

“[…] un incontro tra musicisti che appartengono a scene diverse e che hanno

ascoltano musica molto differente. Io, ad esempio, sono molto legato al mondo del

cantautorato italiano, mentre Mat e Dario sono appassionati di Jazz, così come Nico,

che però ha una deriva più folk. C’è poi un intento comune che è quello di dare al

nostro pubblico un disco che sia il più vario possibile sotto tutti gli aspetti […]”

Assolutamente da rilevare, poi, il recupero da parte del gruppo (un

recupero, lasciatemelo dire, di indole tutta italiana) della dimensione

giocosa, spensierata, forse anche “carnascialesca” declinata in chiave

moderna, della musica.

TRACKLIST

01. Cumal’è

02. Med In Itali

03. Maledetta Primavera

04. Eroi

05. Lei

06. Difetto Congenito

07. Tranquillità

08. Sola

09. Comico

10. La Nonna

11. Statue Di Vetro

12. Ninna Nanna

CREDITS

Musiche – Med In Itali

Testi – Niccolò Maffei

Arrangiamenti Fiati Nicolò Bottasso e Carolina Bubbico

Chitarra Acustica e Voce – Niccolò Maffei

Batteria – Matteo Bessone

Basso e Contrabbasso – Dario Scopesi

Tromba, flicorno e violino – Nicolò Bottasso

Sax Tenore – Riccardo Sala

Trombone – Elia Zortea

Percussioni – Elena Pyera Frezet

Produzione e registrazioni Andrea Bergesio

Registrazione fiati presso Lo Studio di Leonardo Corradazzi

Webzine