Gli appassionati dell’hard rock e dell’heavy metal anni ’80 non hanno mai dimenticato le atmosfere intense e quell’aria di divertimento che imperava nella scena musicale americana (e non solo) di quel periodo. Anni in cui il motto sesso, droga e rock’n’roll veniva seguito anche con troppo zelo da parte dei rocker e del fedele pubblico.

Chitarre taglienti, gli assoli virtuosi degli shredders e una sezione ritmica tiratissima che trainava con vigore i brani carichi di adrenalina di quelle band di capelloni. A dispetto di tutta la tecnologia imperante nel mondo della musica odierna c’è chi porta avanti con orgoglio questo tipo di discorso musicale con risultati eccellenti che non fanno rimpiangere le vecchie glorie del genere. 

Stiamo parlando della band The Rocker che con il brano Sex Spaghetti And Rock’ n Roll ci consegna un gioiello di hard rock dannatamente entusiasmante. La band italiana in seguito al successo di Italian Bastards decide di registrare il nuovo disco, Blood Strenght & Soul, in California e di avvalersi della partecipazione alla batteria di Simon Wright (UFO e Ronnie James Dio, solo per citarne un paio).


Il brano si apre con un riff di chitarra graffiante a cui fa fa seguito l’ingresso di tutta la band. Un ritmo rock’n’roll porta avanti un riff blueseggiante su cui il basso pompa come un ossesso le sue note gravi e piene. Se ci trovassimo ad un concerto queste poche note iniziali sarebbero più che sufficienti per far saltare in aria persone.

La voce entra in scena, roca e irrispettosa con un timbro che ci ricorda l’aggressività di Blackie Lawless. Il brano viaggia veloce come una scheggia in bilico tra i toni pesanti e groovy dell’hard rock e l’andamento elettrizzante e spontaneo del rock’n’roll.

La voce è la grande protagonista di questa traccia che ci colpisce come un pugno in pieno volto. Dopo qualche strofa al vetriolo arriviamo al ritornello, orecchiabile e grintoso, che si impone con il carisma di un inno facendo esplodere la canzone.

Nella seconda metà del brano entra in scena la chitarra solista che si esibisce in un solo grandioso e in pieno stile eighties: tecnica, velocità e gusto! Dopo questa sezione abbiamo una variazione pestata a gran forza su un pattern rock’n’roll ostinato che ha il compito di esasperare l’attesa per i ritornelli finali. La canzone continua su quelle note fino all’esasperata coda del brano in cui il tempo di batteria si fa ancora più intenso e frequente. Il brano termina su due accenti picchiati con fermezza che chiudono la traccia in grande stile.

Una vera bomba!

CLICCA PER VEDERE IL VIDEO 

SPOTIFY

Instagram

Facebook

 

Webzine